Cessione del ramo d’azienda “Monetica e servizi di pagamento” nelle Poste

Siglato il giorno 11/4/2018, tra POSTE ITALIANE S.p.A., POSTEMOBILE S.p.A. e SLC-CGIL, SLP-CISL, UILposte, CONFSAL-COMUNICAZIONI, FAILP-CISAL e FNC UGL COMUNICAZIONI, l’accordo sulla procedura di informazione relativa all’operazione di cessione del ramo d’azienda “Monetica e servizi di pagamento”.

Nell’ambito della procedura di informazione relativa all’operazione di cessione del ramo d’azienda “Monetica e servizi di pagamento” da Poste Italiane S.p.A. a PosteMobile S.p.A., le Parti si sono incontrate nei giorni 6 e 11 aprile 2018 al fine di approfondire gli aspetti relativi al personale coinvolto dall’operazione societaria in parola.
L’Azienda e OO.SS. hanno convenuto di prorogare in via eccezionale i termini della suindicata procedura di informazione sindacale sino al 24/4/2018.
L’iniziativa prevede la costituzione di un intermediario specializzato, attraverso l’ampliamento dell’attuale operatività di PosteMobile alle attività tipiche degli Istituti di Moneta Elettronica, applicando quanto previsto dalle Disposizioni di Vigilanza in materia che consentono l’operatività nel settore dei pagamenti anche a Società che svolgono altre attività mediante la costituzione di un patrimonio destinato per tali attività (cd. IMEL “ibrido”).
Tale assetto consentirà anche di valorizzare l’esperienza che PosteMobile ha sviluppato a supporto del “mobile-payments” in un contesto normativo e di mercato in evoluzione anche in relazione alle novità introdotte dalla nuova direttiva PSD2.
Attività e risorse che costituiscono il ramo d’azienda “Monetica e servizi di pagamento” oggetto di cessione sono individuate all’interno delle seguenti funzioni BancoPosta:
– Sistemi di Incasso e Pagamento (intera funzione)
– Gestione e Sviluppo Processi e Procedure
– Compliance
– Risk Management
– Rendiconto Separato e Segnalazioni di Vigilanza
– Revisione Interna
– Antiriciclaggio

<!–

–>